Microclismi

L’uomo della Tre (prima parte)

7 anni ago, Scritto da , Pubblicato in Blog

Ci sono dei momenti in cui i miei neuroni devono fare cordone, stringersi saldamente per manina e spremere tutte le loro meningine. Uno di questi momenti è quando entro in un negozio di telefonia per cercare di capire dove è finito il mio piano tariffario. Entro alla Tre e, coerentemente, mi trovo l’uomo della Tre. Dunque, l’uomo della Tre ha una sola grande caratteristica: non riesci ad immaginarlo fuori dal suo contesto lavorativo. Tu pensi alla sua casa e non riesci a visualizzarla, pensi ai suoi amici e hai un’immagine completamente sfuocata, pensi alla sua fidanzata e non hai una proiezione attendibile, pensi ai suoi genitori e non li vedi, non esistono, non ci sono. E’ come se lui si materializzasse solo dopo aver varcato la soglia del negozio. Nato e cresciuto lì. Comunque. Il ragazzone mi fa accomodare in uno stanza open space vicina al bancone e comincia a spiegarmi tutte le opzioni, i nuovi piani, gli abbonamenti, le ricaricabili, mi parla di profili base, di traffico incluso, di megabyte… Poi fiero come un tacchino e tutto immerso nel suo ruolo di comunicatore efficace mi presenta il solito foglio pieno di box con l’arietta di chi domina perfettamente la materia… sorride anche un po’ tra sé e sé perché egli è davvero molto felice di avere quel vantaggio cognitivo sul cliente, quel surplus di conoscenza sui “pacchetti all inclusive”. Mi sottopone uno di quei fogli ripartiti a zone di colore, con quei numeri che finiscono sempre per nove e mi viene la malinconia, perché penso che le energie psichiche utilizzate per entrare in quello schema, impiegate diversamente, darebbero risultati eccezionali!

Mi concentro molto (ma molto molto) e provo a seguirlo nella sua parlata iperprofessionale, sento però che c’è qualcosa alla base che mi irrita.
Allora mi focalizzo sul suo linguaggio alla ricerca del problema.

“…vede, se lei MI ADERISCE a questa nuova opzione… lei poi MI ANDREBBE anche ad usufruire di un ULTERIORE sconto che prevede che i soldi che lei MI INVESTE nella ricaricabile sarebbero poi restituiti tramite quest’altra OPZIONE che ha validità di tre mesi, opzione tra l’altro che noi FORNIAMO solo e soltanto a coloro che sono nostri clienti da più di tre anni…”.

Ecco.

Microclisma: Non sopporto quando si usano i pronomi personali in maniera del tutto inappropriata con il preciso scopo di creare un finto clima di complicità.

E – per inciso – io aderisco a chi voglio (mi aderisce…)

Copywriter, autrice e giornalista Laureata Magistrale in Lettere e Filosofia con Master in Comunicazione e specializzazione in Copywriting.

2 Commenti

  1. Marta Zacchigna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *