Microclismi

Esci da questo corpo

5 anni ago, Scritto da , Pubblicato in Blog

Dopo che ho visto Bossi che si scusa, Maroni che lo bacia con ardore, il Trota con quell’occhio vacuo e inconsapevole che ogni volta mi viene da prenderlo per le spalle e dirgli “ma tu lo senti il vuoto dentro di te? lo senti? ti prego inizia a sentirlo…“; dopo che ho visto il popolo della Lega Nord che inneggia con le scope e mi viene voglia di fare come in certe vignette di Altan; dopo che ho visto i soliti volgari fazzoletti verde ignoranza, l’orgoglio leghista appoggiato sulla vuotezza pneumatica, l’aggregazione di partito galleggiare sulla superficie del nulla, mi sono rivista l’intervento della badante stregona Mauro quando viene riposseduta da un demone che avrebbe fatto impallidire quello della piccola Regan nell’esorcista.

 

 

 

 

Faccio, semplicemente, una breve lista delle cose che mi sono venute in mente guardandola (nei primi minuti) mentre dice “chi è favorevole, contrario, chi si astiene, è approvato” in isteria compulsiva che mi fa una paura folle:

– il Medioevo più oscuro
– la deriva della civiltà
– la camicia di forza
– l’alienata
– le rane
– messe nere
– padre Karras
– insetti volanti
– culi nudi
– forconi
– di nuovo culi nudi
– serpenti stritolatori
– Vanna Marchi nei suoi momenti migliori
– Dario Argento e il volto nascosto nello specchio di Profondo Rosso
– tarantole molto pelose e capellone

Microclisma: alla fine mi sono concentrata e ho pensato intensamente a questa parola:

SENATO

e ho avuto come un problema con le associazioni.

 

 

 

Copywriter, autrice e giornalista Laureata Magistrale in Lettere e Filosofia con Master in Comunicazione e specializzazione in Copywriting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *