Microclismi

Brindisi alla civiltà

5 anni ago, Scritto da , Pubblicato in Blog

19 maggio.
h. 11.30
Bar di Piazza San Babila.

Cameriere: “Buongiorno”
Avventore: “Ciao Mario un caffè macchiato grazie”
Cameriere: “…hai sentito cos’è successo due ore fa?”
Avventore: (leggendo FB sull’Iphone) “No, cosa?”
Cameriere: “C’è stato un attentato a Brindisi”
Avventore: (guarda l’orologio) “Oddio, son già le dieci, devo correre in palestra… eh? un attentato? porca miseria…”
Cameriere: (versando il latte nella tazzina) “È incredibile, è morta una ragaz…”
Avventore: “No! poco poco… scusa Mario, solo un goccio sai… il latte mi fa sempre acidità di mattina… è che poi non riesco nemmeno a berlo senza… però davvero pochissimo… cosa mi stavi dicendo? eh? ma cosa è successo esattamente?”
Cameriere: “Hanno messo dell’esplosivo davanti a una scuola”
Avventore: “Una scuola? cavolo una scuola… non potevano metterla da un’altra parte… Mario c’è l’hai lo zucchero di canna scusa?”
Cameriere: “Sì, è qui guarda… ”
Avventore: “… che poi chissà se fa meno male di quello bianco… ma mi sono abituato così, sai quando ti abitui no? che ti convinci di una cosa…”
Cameriere: “…”
Avventore: “…”
Cameriere: “La scuola si chiamava Falcone…”
Avventore: “Dai? … vabbè cosa c’entra… quello è morto una vita fa…”
Cameriere: “Sì forse non c’entra”
Avventore: “Quelle brioche sono vuote Mario? me ne dai una da portar via…”
Cameriere: “Sì adesso la incarto…”
Avventore: “Mario te la vedi la partita stasera?”
Cameriere: “Ma stai scherzando? ovvio”
Avventore
: “Beh, allora tirati su dai… c’hai una faccia da funerale! tiè! vado che son di corsa”

Microclisma: Mi chiedo se sono state le bombe a portare a questa indifferente violenza, o questa indifferente violenza a portare alle bombe.

Copywriter, autrice e giornalista Laureata Magistrale in Lettere e Filosofia con Master in Comunicazione e specializzazione in Copywriting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *