Microclismi

Il mondo non si è fermato mai un momento, io sì.

5 anni ago, Scritto da , Pubblicato in microestemporanee

Ore 13.30.
Supermercato.
Mi avvicino alla mia meritata insalata, e la prendo.
Mi avvicino a del melone a pezzi, e lo prendo.
Vedo Le Tenerezze del Mulino Bianco, e sento che ho bisogno di loro, e le prendo.

Mi metto in coda, come tutti, dietro all’ultimo che vedo.

voce stridula di donna: “ehm, forse che dovrei esserci io prima… forse.. direi… direi eh!? direiiiiii!!!!!!”

Mi giro e c’è una bionda con gli occhi fuori dalle orbite con in mano dei tramezzini.
Rimango interdetta un paio di secondi. Ferma. Immobile, chiedendomi da dove viene tutto questo abbruttimento, e questo astio e questa mal disposizione verso il prossimo.

Continua.
“O forse non mi ha visto!!? o forse voleva fare la furba?! eh? eh?”

Mi muovo verso di lei con molta lentezza e sento un rumore di viscera pancreatica e davvero non so come… le parole mi escono così…  con una serenità cristallina.

La distribuzione delle Galassie

“Salve signora bionda. Vede quelli, quelli lì che ha in mano… sono solo dei tramezzini,  e questo, questo… è solo del banale melone in pezzi, e quella?  è solo una cassa di un supermercato in una città di un Paese molto piccolo sulla Terra nell’Universo….

…ci pensa mai? che la nostra esistenza su questo Pianeta è una incalcolabile frazione infinitesimale rispetto alla Storia del Mondo… non è pazzesco? è pazzesco se ci pensa eh?

…e adesso, passi, passi pure avanti a me con i suoi bei tramezzinetti… che non le voglio rubar tempo… ah… cos’è? salsa di funghi? ottima!”

Microclisma: sarà pure una cosiderazione folle da fare in pausa pranzo, ma ogni tanto certe cose, a certa gente, vanno ricordate. E scusate se vi ho rattristato.

Copywriter, autrice e giornalista Laureata Magistrale in Lettere e Filosofia con Master in Comunicazione e specializzazione in Copywriting.

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *