Microclismi

Sfògati. Ecco le voci.

5 anni ago, Scritto da , Pubblicato in progetti

LUCIA: “Nel 2006 ho conseguito una Laurea Triennale in Storia Dell’Arte con un voto dignitoso e in tempi altrettanto dignitosi. Tutta questa dignità avrebbe dovuto spalancarmi all’istante le porte del mondo del lavoro. Non è stato così.”

BENEDETTA: “Il mio fidanzato spera come me di poterci permettere una casa, dei bambini, certo, non senza sacrifici, e io mi chiedo ma la vita se non è questo… cos’è?”

GIANPAOLO: “800 euro se va bene, ma seguivo anche un ufficio stampa e arrivavo a 1200. Ma il contrattino sta per finire. Chiuso il mese e mezzo punto a capo”

LUCIA: “Mi dimetto da questo impiego a posto fisso, che oggi come oggi sembra un DONO”

ALESSANDRA: “Incinta e disoccupata ho fatto il giro degli enti, associazioni, Comune, Regione. Nessun assegno di maternità, niente assegni familiari, nulla di nulla!”

MARTA: “A lavoro finito, dopo ennesima sollecitazione, mi fa comprendere chiaramente che intende avvalersi dell’assenza di un contratto per non darmi il compenso che mi spetta. Poche centinaia di euro”

ANNA: “Sono una precaria di lusso, ma al contrario di altre professioni di lusso le prestazioni intellettuali d’alto bordo hanno un infimo riscontro economico, sebbene riempiano la bocca: professore a contratto”

MASSIMO: “Alla sottoscrizione del contratto, dopo aver elogiato il mio curriculum ed essersi complimentato, s’incupì improvvisamente. Dovevamo parlare del mio compenso”

Microclisma: Articolo 1.

Copywriter, autrice e giornalista Laureata Magistrale in Lettere e Filosofia con Master in Comunicazione e specializzazione in Copywriting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *